The safe school

Bollettino Comenius

Aprile 2004

Genitori, insegnanti ed alter persone interessate,

Di fronte a voi potete vedere il bollettino del progetto Comenius “ La Scuola Sicura”  Noi abbiamo pensato che potesse essere una buona idea tenervi informati – in quanto genitori o persone interessate – di quanto attiene al nostro progetto Comenius.

Un progetto è sempre per tre anni  e per almeno tre scuole di tre nazioni diverse.

In questo progetto sono coinvolte al momento tre scuole

  1. Beatrixschool, Haarlem, Olanda
  2. Kirkby Stephen Primary School, Kirkby Stephen, Cumbria, Inghilterra
  3. Direzione didattica Statale di San Casciano V.P., San Casciano, Toscana, Italia

 Che cosa c’è in questo Bollettino?

Mi piacerebbe molto che ci faceste  sapere cosa ne pensate di questo bollettino. Potrete farlo attraverso la vostra scuola o via e-mail. Troverete tutti gli indirizzi e-mail e quelli delle pagine web al termine del bollettino.

Ingrid Luntz-Slooten
Duo-headteacher Beatrixschool
Co-ordinator Comenius project

www.comeniussafeschool.nl (in English)

 

Come trarranno beneficio dal progetto Comenius i bambini? - top

Forse molti genitori si chiedono:  “Che cosa è esattamente questo progetto Comenius e come ne trarrà beneficio il mio bambino?” Cercherò di darvi una risposta.
Un progetto Comenius è un progetto internazionale per la scuola Primaria e Secondaria, che è sovvenzionato dalla Comunità Europea. In un progetto c’è una scuola coordinatrice e almeno due scuole partner. Nel nostro progetto la scuola coordinatrice è quella olandese denominata “Beatrixschool” . Ciò che la Comunità intende è che i bambini europei dovrebbero far conoscenza gli uni con gli altri. Ci sono ancora molte differenze fra le culture dei paesi europei. Permettendo loro di esserne consapevoli in giovane età , siamo capaci di promuover più comprensione e rispetto. Questo è molto importante per il futuro dell’Europa. L’Europa sta diventando più “piccola” e i suoi confini meno definiti.
Facendo conoscenza l’uno della cultura dell’altro ci saranno meno pregiudizi non è proprio quello che noi tutti vogliamo? I bambini devono guardare oltre gli stereotipi, che esistono in tutti i nostri paesi. Così l’Olanda è molto più che “tulipani, formaggio e zoccoli” .
Il progetto Comenius è veramente molto adatto per favorire  una migliore comprensione reciproca e avvicinare fra loro i  bambini. Questo non significa che I bambini si scambieranno attivamente con le altre scuole. (Di questo si rammaricano molto le scuole Secondarie). Un minimo di tre scuole di differenti paesi europei lavora su un progetto congiunto, dopo di che i risultati saranno spediti gli uni agli altri. I bambini possono confrontarli. Il nome del nostro progetto è “La scuola Sicura”. Ed è chiaro che la sicurezza è il nostro punto di discussione.

In autunno I bambini hanno presentato rispettivamente le loro  scuole. In marzo  alunni  di età diversa, hanno identificato problematiche concernenti la sicurezza all’interno e all’esterno delle proprie scuole.

Lavorando intensamente per tre anni I bambini imparano molto gli uni degli altri. Questa è una grandissima opportunità per i nostri bambini:

Per noi insegnanti significa molto più lavoro, fatto spesso nel loro tempo libero  ma anche per noi è utile. Per esempio c’è una veduta più ampia dell’educazione. Vedendo come si insegna negli altri paesi,  siamo in grado di confrontare i vari sistemi educativi. E’ molto interessante per gli insegnanti vedere “ nella cucina “ degli altri. Il loro modo d’insegnare  dà nuovi stimoli. Nuove idée vengono prese e utilizzate nelle proprie situazioni di classe. Questo è positivo anche per i bambini.
Spero che possiate capire che noi, con tutte le scuole partecipanti, continueremo a lavorare al progetto Comenius con grande entusiasmo.

 

 

 Come siamo arrivati a questo progetto - top

Nel febbraio 2002 all’Aia, David Moore ha partecipato ad una visita di studio Arion finanziata dalla Comunità Europea,  era un corso di studio sulla professione insegnante.  I membri del corso hanno visitato il Beatrixschool a Haarlem per un giorno e mentre  parlavano durante il pranzo con il direttore è stato espresso un grande interesse nella partecipazione futura all'interno di un progetto del tipo  Comenius e questa idea è stata sostenuta fortemente da Mike Buckler il direttore della scuola primaria di Kirkby Stephen.  Il contatto è stato eseguito fra le due scuole in maniera regolare ed il progetto è stato elaborato più dettagliatamente durante una nuova visita in Olanda nel mese di gennaio del 2003.  I programmi sono stati approvati dalle agenzie nazionali sostenute dalla Comunità Europea ed il progetto è stato portato con successo a compimento e continua a svilupparsi con  visite di scambio di personale e lavoro di programmazione  nelle diverse scuole.  La scuola primaria di Kirkby Stephen inoltre recentemente ha esteso i suoi orizzonti internazionali diventando parte significativamente attiva di un progetto del British Council con  collegamenti in Russia. Essi intendono in avvenire partecipare a nuovi progetti ed eventualmente svolgere un ruolo di coordinatori.

La scuola primaria di San Casciano in Val di Pesa ha già partecipato in qualità di partner ad un progetto Comenius – Comunicazione linguistica fra alunni in Europa - che è terminato nel giugno 2001. Il lavoro svolto è stato molto apprezzato dai bambini e dai loro genitori. Per tale motivo e per approfondire ed ampliare ulteriormente i legami con altri paesi della Comunità Europea, Gabry Romiti ha cercato il modo di coinvolgere la propria scuola  in un nuovo  progetto Comenius. Abbiamo scelto il progetto “la Scuola Sicura” perché suggerisce la partecipazione di più componenti della scuola (dagli alunni ai genitori, dagli insegnanti a tutto il personale della scuola). In breve dopo aver preso contatti via e-mail con la direttrice olandese Ingrid Luntz-Slooten,  nel marzo del 2003 abbiamo presentato la nostra candidatura alla nostra agenzia nazionale che è stata regolarmente accettata. Il nostro primo incontro con i coordinatori olandesi e i partner della scuola inglese, è avvenuto nell’ottobre 2003, in tale occasione abbiamo rafforzato il nostro entusiasmo a partecipare a questo progetto.

In futuro auspichiamo di svolgere il ruolo di coordinatori di progetti internazionali proposti dalla nostra scuola.

Breve profilo delle scuole partecipanti - top

  La Beatrixschool a Haarlem, Olanda, è una scuola per i bambini da 4 a 12 anni.  Ci sono circa 320 allievi, 12 gruppi e 20 insegnanti (principalmente a metà tempo).  Abbiamo insegnanti speciali per la ginnastica, la musica ed i bisogni speciali.  Oltre a quello abbiamo tre assistenti di classe  e un guardiano.  Questo anno scolastico un altro nuovo insegnante ha iniziato a lavorare nella nostra scuola.  La scuola è situata alla periferia di Haarlem vicino alle dune.  La scuola trae beneficio da questa situazione unica facendo escursioni non soltanto alla città (musei, teatro) ma anche alle dune ed alla spiaggia.  Poiché la nostra è una scuola di punta perla Tecnologia Informatica della Comunicazione ( TIC) , abbiamo già da un paio di anni una rete con oltre 60 computer.  Tutti gli alunni, dalla scuola dell’infanzia fino al grado 8°, lavorano con questi computer, che sono dislocati lungo i corridoi dell’edificio scolastico.  I bambini hanno accesso facile ai calcolatori per far pratica, per la ricerca  ecc.

Abbiamo un collegamento Internet da dieci anni. Siamo stati una delle prime 10 scuole in Olanda che ha avuta loro proprio website!  I nostri allievi inoltre partecipano a parecchi incontri sportivi, che sono organizzati dalla città di Haarlem.  Inoltre visitiamo i musei, i teatri ed i concerti.  A causa della nostra lunga esperienza con l’ “internazionalità” c’è stato richiesto di essere ambasciatori dell’ internazionalità dall'ufficio nazionale olandese.

 Il Circolo Didattico della Scuola di San Casciano in Val di Pesa, Italia.

 il Circolo Didattico il San Casciano include tre scuole primarie situate in tre paesini differenti:  La scuola primaria della N. Machiavelli è in S. Casciano V.P. ;

 

 

 

 

 

 

 le altre due scuole primarie sono

 

una in Cerbaia e una in Mercatale

 Le scuole dell’infanzia sono situate in ogni paese vicino della zona.  L'età dei bambini è compresa fra i 3  e gli  11 anni.  La scuola dell’infanzia è facoltativa per tre anni. La scuola primaria è obbligatoria e i bambini  la frequentano per 5 anni.  Abbiamo circa 1200 alunni (scuola primaria:  33 classi;  scuola infantile:  15 gruppi classe).  Ci sono 70 insegnanti per la scuola primaria e 34 insegnanti per la scuola dell’infanzia.  Abbiamo insegnanti speciali per la ginnastica, la lingua straniera, TIC, la religione e il sostegno per alunni con handicap.  Ci sono almeno due custodi in ogni edificio scolastico.  Le nostre scuole sono situate nel cuore delle colline del Chianti Classico, a circa 20 chilometri da Firenze.  Per le TIC abbiamo una stanza-laboratorio in San Casciano, una in Mercatale ed una in Cerbaia.  Tutte gli alunni  possono avere accesso ai computer soltanto con il loro insegnante.  Abbiamo un collegamento Internet da cinque anni, ma soltanto in San Casciano.  I nostri allievi visitano i musei, i teatri ed i concerti.

   La scuola primaria di Kirkby Stephen, Inghilterra

 Kirkby Stephen è situata nella piccola città di Kirkby Stephen, sede di mercato della valle superiore dell’ Eden.  È una zona rurale con i molte fattorie di pecore e caseifici e un'ampia varietà di piccole industrie locali.  La campagna è famosa e visitata da  turisti perché da qui sono facile da raggiungere il Distretto dei Laghi  e le valli dello Yorkshire.  Il turismo è un settore sempre più importante per l’economia locale. 

Gli alunni frequentanti la scuola provengono dalla città stessa o dai paesi vicini, il che significa che un gran numero di alunni vengono a scuola in autobus.

La scuola è situata in una regione relativamente isolata dell'Inghilterra del Nord e negli ultimi anni  sono stati sviluppati  collegamenti internazionali con scuole in Olanda, in Italia, in Polonia, in Romania ed in Russia.  La scuola ritiene che è importante estendere le esperienze dei bambini e recentemente un gruppo degli allievi italiani ha trascorso due settimane nella nostra scuola per tirocinio.  Il personale dal Beatrixschool a Haarlem ha visitato la scuola per condividere le buone pratiche d’insegnamento.  Questi collegamenti sono stati aumentati ulteriormente da un maggiore investimento nella tecnologia dell'informazione, che permette una  veloce comunicazione in tutto il mondo più l'introduzione di nuovi ed emozionanti metodi di istruzione.

 Chi era Comenius?  - top

Jan Amos Komenský, come è il suo nome ceco,  nacque nel 1562 in Moravia.  Era l’epoca  delle guerre religiose.  Dopo i suoi studi di filosofia e  teologia Comenius fu ordinato ministro della Fratellanza della Boemia e nominato insegnante e pastore.  La tensione  fra i Protestanti e Cattolici portò, nel 1618, allo scoppio della guerra dei trent’anni.  Con questa ebbe inizio la  persecuzione del Protestanti.  Comenius perse, in questo periodo, sia sua moglie che i suoi due bambini piccoli per la peste e fu costretto a fuggire.  Così iniziò un  lungo esilio, che infine si è concluso quando una ricca famiglia di mercanti, ad Amsterdam, lo ha accolto calorosamente.  Qui Comenius poté concentrarsi sul suo lavoro teologico, filosofico ed educativo.  Comenius è conosciuto particolarmente nei Paesi Bassi come pedagogo, egli stesso ha denominato l’educazione come la condizione per il miglioramento  delle relazioni umane.  Per migliorare il mondo ha considerato la formazione adeguata della gioventù di importanza essenziale.  Il suo parere era che ci deve essere formazione per tutti i bambini, ragazzo o ragazza, poveri o ricchi, neri o il bianchi.  Oltre a quello ha messo a punto un metodo di istruzione quale usa molto le immagini.  Ha pensato che fosse molto importante quando impari altre lingue.  Era un esempio per la gente come Montessori, Fröebel e Pestalozzi.  Le sue idee restano in piedi ancora oggi.  Il progetto Comenius onora questo “illuminato” del suo tempo, che già allora era molto avanzato rispetto al pensiero degli altri uomini.

 Perché gli insegnanti visitano le scuole di ciascuno dei partecipanti? - top

 Durante il progetto parecchi insegnanti dalle scuole partner  si visiteranno.  Lavorare insieme diventa più facile quando ci si conosce.  Poiché i congressi annuali permettono soltanto ai coordinatori e direttori di venire a contatto,, gli altri insegnanti appena si conoscono.  Con la sovvenzione delle Agenzie Nazionali (tramite la Comunità Europea) gli insegnanti possono venire a contatto dei loro colleghi stranieri.  Questi contatti stimolano il progetto e come potete ricordare, io ho già parlato dell'importanza degli incontri e dei vantaggi per gli insegnanti e bambini più sopra in questo bollettino.

  Questo anno inoltre desideriamo vedere quali possibilità ci sono.  Per questo, molte di  queste visite saranno progettato per le vacanze, di modo che il lavoro dei vostri bambini non sia interrotto per l’assenza degli insegnanti .  Tuttavia, questo non sarà sempre possibile (per esempio quando le scuole del partner hanno una festa non è possibile visitarle naturalmente).

Nella maggior parte dei paesi  la pressione di lavoro per gli insegnanti è alta.  Attraverso inchieste è stato trovato che gli insegnanti che lavorano per progetti internazionali (particolarmente quando hanno l'occasione fare visite) non soffrono di esaurimento.

Il lavorare a livello internazionale è molto stimolante!!

 Programmi per il futuro - top

Desideriamo provare ad allargare il nostro progetto con  scuole di altri paesi.  Abbiamo messo  quello come nostro primo obiettivo.  Due scuole dalla Polonia,una dalla Romania e  una scuola, nostra “vecchia”partner, della Repubblica Ceca hanno chiesto di partecipare al progetto.  Tuttavia dobbiamo attendere e vedere se otterranno questo permesso.  Questo sarà chiaro alla fine di giugno.

 Le cose che desideriamo fare l'anno scolastico prossimo sono:

¨    Bambini che progettano una scuola sicura

¨    Questionari circa la sicurezza per i bambini, i genitori e gli insegnanti

¨    Contatto di E-mail per consigli fra  bambini (cioè circa il bullismo) 

¨    Contatto fra genitori circa consigli sulla sicurezza 

¨    Contatto fra l'amministrazione delle scuole su come analizzare i rischi nella sicurezza e che          cosa fare dell'analisi.   

¨    Ripetere il ciclo da questo anno Marzo / Aprile

¨    Lavorare alla pagina web

E-mail e pagine web - top

Kirkby Stephen Primary School

Nateby Road
Kirkby Stephen
Cumbria
CA17  4AE
England GB

Telephone number:  00 44 17683 71387

Email: head@kirkbystephen-pri.cumbria.sch.uk

Website: www.kirkbystephenpri.org.uk

Direzione didattica Statale di san Casciano V.P.

Via Empolese 14
50026 San Casciano V.P.
Florence
Italy

Telephonenumber: 00 39 055 820 171

Email: elementaire_machiavelli@tin.it

Website:

Beatrixschool

Blinkertpad 3
2015 EX Haarlem
Holland

Telephonenumber: 00 31 23 5242255

Email: info@beatrixschoolhaarlem.nl

Website: www.beatrixschoolhaarlem.nl